Periodico dell’ EDA Italia Onlus, Associazione Italiana sulla Depressione

Cerca
Close this search box.

Canto-terapia e depressione

La depressione è una malattia mentale che affligge milioni di persone in tutto il mondo. Spesso, la cura tradizionale, come la terapia farmacologica e la psicoterapia, viene utilizzata per affrontare la depressione. Tuttavia, ci sono molte ricerche che studiano approcci alternativi, tra cui la canto-terapia, per migliorare il benessere psicofisico ed emotivo delle persone affette da questa malattia.

Canto-terapia: un’espressione emotiva attraverso la musica

La canto-terapia è una pratica terapeutica basata sull’uso della musica e del canto per favorire il benessere emotivo e il miglioramento della salute mentale. Questa modalità di terapia creativa ed artistica si concentra sull’uso del canto come veicolo per esprimere emozioni e affrontare difficoltà personali. La canto-terapia si basa sulla esperienza che il canto e la musica abbiano il potere di influenzare positivamente l’umore e le emozioni (Koelsch, 2010).

Il potere della musica sulle emozioni: evidenze scientifiche

Numerose ricerche scientifiche hanno confermato il legame tra la musica e le emozioni umane. Ad esempio, uno studio pubblicato sulla rivista “Trends in Cognitive Sciences” (Juslin & Västfjäll, 2008) ha dimostrato che la musica ha la capacità di evocare emozioni in modo potente e universale. Questa interazione tra la musica e le emozioni struttura la base della canto-terapia.

Durante una sessione di canto-terapia, i partecipanti vengono incoraggiati a cantare canzoni che rispecchiano le loro emozioni o a improvvisare melodie che esprimono ciò che provano. Questo processo aiuta le persone a mettere in luce sentimenti repressi, a ridurre il livello di stress e a promuovere il rilascio di endorfine, neurotransmettitori associati al benessere e alla felicità.

Uno studio scientifico sul canto corale in pazienti psichiatrici, attuato presso il Centro Diurno della UOSM di Torre del Greco Dipartimento di Salute Mentale ASL NA5 (NA), ha evidenziato il giovamento psico-fisico dei partecipanti. Pazienti affetti da gravi patologie psichiatriche, volontari e personale sanitario partecipanti al coro “Canta che Ti Passa”, uniti dal piacere del canto e da finalità terapeutiche riabilitative, hanno espresso il loro benessere psichico.

I pazienti avevano una migliore compliance alla cura, avevano maggiore cura del corpo e si sentivano coinvolti emotivamente nella grande famiglia corale. Prendevano con regolarità la terapia e non hanno avuto più ricoveri. La partecipazione ed esibizione del gruppo corale a manifestazioni popolari, convegni scientifici e feste comunali ha dato una positiva valenza emotiva dei partecipanti e rinforzato l’autostima.

Il sentirsi parte di un gruppo corale, gli incontri settimanali alle prove di canto, l’integrazione sociale ha permesso loro di rinforzare il senso di appartenenza e colorare la quotidianità. Il bel canto di canzoni napoletane, il piacere della condivisione emotiva della musica e la soddisfazione dei risultati ha permesso di superare la buia inoperosità della depressione (Tavormina MGM, 2014).

I benefici della canto-terapia nel trattamento della depressione

La canto-terapia offre diversi vantaggi che possono essere particolarmente utili per le persone affette da depressione.

  1. Riduzione dello stress: Lo stress è spesso una componente importante della depressione. Il canto e la musica possono agire come strumenti per rilassarsi e ridurre i livelli di stress (Umbrello M et al, 2019).
  2. Miglioramento dell’umore: Il coinvolgimento nella canto-terapia può aumentare i livelli di serotonina, un neurotrasmettitore correlato all’umore (Koelsch, 2010). Questo può contribuire a combattere i sintomi della depressione.
  3. Espressione emotiva: La canto-terapia offre uno spazio sicuro per esprimere e condividere emozioni, promuovendo la consapevolezza emotiva e l’autoconsapevolezza.
  4. Connettività sociale: Partecipare a sessioni di canto-terapia favorisce la connessione sociale, riducendo l’isolamento, un sintomo comune della depressione (Clift & Hancox, 2001).
  5. Aumento dell’autostima: Il successo nel canto e nel superamento delle sfide musicali può aumentare l’autostima e la fiducia in se stessi (De Fonzo M, 2010).

Come iniziare con la canto-terapia

Se sei interessato a esplorare la canto-terapia come approccio per affrontare la depressione, è importante cercare un terapeuta qualificato e con esperienza in questa pratica. Le sessioni possono essere condotte individualmente o in gruppo, in base alle tue preferenze.

Durante le sessioni, verranno proposte varie attività musicali, come il canto di canzoni, l’improvvisazione vocale o l’uso di strumenti musicali. Questo processo ti aiuterà a esplorare e affrontare le tue emozioni in modo creativo.

Conclusioni

La canto-terapia rappresenta un approccio innovativo per affrontare la depressione, sfruttando il potere della musica e del canto per promuovere il benessere emotivo. Già Aristotele parlò del valore reale della musica nelle emozioni incontrollate. Egli segnalò un potere liberatorio della musica indicando che: «La musica eccitante guarisce la psiche triste, la musica triste guarisce la psiche eccitata».  

Se stai cercando nuove strade per affrontare la depressione, la canto-terapia potrebbe essere un’opzione da considerare. Tuttavia, è importante consultare sempre un professionista della salute mentale per una valutazione completa e per sviluppare un piano di trattamento adeguato. La canto-terapia potrebbe rivelarsi una melodia di speranza nel tuo percorso verso il benessere emotivo.

Maurilio Tavormina

Bibliografia

  1. Clift S, Hancox G, Morrison I, Hess B. Choral singing and psychological wellbeing: Quantitative and qualitative findings from English choirs in a cross-national survey. Journal of Applied Arts & Health, Volume 1, Issue 1, Jan 2010, p. 19 DOI: https://doi.org/10.1386/jaah.1.1.19/1
  2. De Fonzo M. Cantoterapia il teorema del canto. Ed. Armando, 2010. ID: 2447955
  3. Juslin PN, Västfjäll D (2008). Emotional responses to music: the need to consider underlying mechanisms. Behav Brain Sci. 2008 Oct;31(5):559-75; doi: 10.1017/S0140525X08005293.
  4. Koelsch, S. (2010). Towards a neural basis of music-evoked emotions. Trends in Cognitive Sciences, 14(3), 131-137.
  5. La cura del canto. Scuola Italiana di Cantoterapia. https://www.cantoterapia.it/
  6. Tavormina MGM, Tavormina R, Nemoianni E. The singing-group: a new therapic rehabilitation for mood desorders. Psychiatr Danub. 2014 Nov:26 Suppl 1:173-7. PMID: 25413536
  7. Umbrello M, Mistraletti G, Formenti Paolo Music therapy reduces stress and anxiety in critically ill patients: A systematic review of randomized clinical trials. Minerva Anestesiologica 85(8) DOI 1023736/S375-9393.19.13526-2.

Foto: Canto-terapia e depressione. Coro Canta Che Ti Passa -Pulcinellamente XI, Caserta, di M. Tavormina

0 0 voti
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Il più recente
Il più antico Il più votato
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Cantoterapia e depressione. Coro Canta Che Ti Passa -Pulcinellamente XI, Caserta

Ultime News

Arteterapia e salute mentale.

Arteterapia e salute mentale

L’arteterapia è una metodica terapeutica suppletiva alle terapie farmacologiche e psicologiche per le patologie mentali e fisiche. Essa stimola benessere psicofisico sia negli utenti che negli operatori. L’arte permette un’espressione diretta, immediata, spontanea ed istintiva di noi stessi

Leggi ...
Sopravvivere alla delusione conservando l'autostima.

Come sopravvivere alla delusione conservando l’autostima

Non c’è persona al mondo che non abbia avuto, almeno una volta nella vita, una delusione! Spesso le più grandi delusioni arrivano da persone che non si son prese cura delle proprie ferite. Impariamo dunque ad affrontarle/superarle nel miglior modo possibile.

Leggi ...

Macro Aree

Articoli Correlati di Categoria

4
0
Mi piacerebbe conoscere il tuo pensiero, si prega di commentarex

Newsletter

Puoi cancellare la tua iscrizione quando vuoi

newsletter