Periodico dell’ EDA Italia Onlus, Associazione Italiana sulla Depressione

Cerca
Close this search box.
Logo Eda
EDA Italia Onlus

Disturbi della Condotta Alimentare e Disturbo Bipolare

Quasi tutti i Disturbi della Condotta Alimentare (DCA) non sono una "malattia a sé stante": ma sono parte integrante del più ampio "spettro bipolare dell'umore", in particolare fanno parte degli "stati misti"

La “instabilità dell’umore”, più che la “Depressione”, è il problema principale che il medico clinico deve comprendere nel trattare un paziente con disturbi dell’umore; questo concetto è essenziale affinché il lettore rifletta su ciò anche quando si parla di Disturbi della Condotta Alimentare.

Sintomi sotto-soglia

Ogni quadro clinico dello spettro bipolare dell’umore inizia con una manifestazione sintomatologica definita “sotto-soglia”, in quanto non ancora clinicamente evidente, se non lievemente.

Lo psichiatra si approccia con grande attenzione a questa conoscenza diagnostica, tanto da portarlo ad evidenziare nella storia del paziente la presenza dei cosiddetti “temperamenti” (cioè le modalità cliniche con cui i disturbi sotto-soglia si presentano). Quanto sia importante il sapere cogliere precocemente la presenza di questi temperamenti, per meglio orientare diagnosi e terapia, lo sottolinearono alcuni anni fa anche Hagop Akiskal e Zoltan Rihmer (2010):

Le tipologie temperamentali sotto-soglia hanno un ruolo importante nell’evoluzione clinica degli episodi dell’umore sia minori che maggiori…  Esse inoltre interferiscono in modo significativo sul decorso e sviluppo delle stesse patologie maggiori, inclusi il rischio suicidario e le altre forme di comportamenti autodistruttivi, quali l’abuso di sostanze e i disturbi dell’alimentazione’’.

Quadri Misti e DCA

Quasi tutte le forme di Disturbi della Condotta Alimentare (DCA), eccetto che un paio di essi, entrano per la stessa caratteristica dei loro sintomi fra i cosiddetti “Quadri Misti” (o Stati Misti) dello spettro bipolare dell’umore. Essi sono caratterizzati dalla contemporanea presenza di tensione e inquietudine interna e muscolare, iperattività dei pensieri, sintomatologia depressiva con (apatia) indifferenza e disinteresse, (disistima) sfiducia, irritabilità, alimentazione poco controllata (in eccesso o in difetto), sonno molto disturbato e frequente associazione di crisi d’ansia acute.

Ricerca scientifica

E’ stato condotto uno studio scientifico nel valutare tutte le nuove visite viste consecutivamente nell’arco di tre anni e mezzo (Tavormina G, 2020): ovvero 192 pazienti, tutti con la diagnosi di Disturbi dell’Umore dello Spettro Bipolare.

Tra questi, 19 pazienti (il 10% fra tutti; tutte donne) presentavano anche sintomi di Disturbi della Condotta Alimentare in varie forme, definiti secondo il DSM-5 (AA.VV., 2014): disturbo da alimentazione incontrollata (4 pazienti), disturbo alimentare restrittivo (13 pazienti), bulimia nervosa (2 pazienti).

L’uso della scala di valutazione per gli stati misti bipolari, la “G.T. Mixed States Rating Scale” (“G.T. MSRS”: Tavormina G, 2015), ha evidenziato il livello di “mixity” raggiunto dai suddetti 19 pazienti (il “mixity” descrive l’intensità del livello dei sintomi degli stati misti, prima descritti): 5 di essi hanno raggiunto un livello alto e gli altri 14 tutti un livello medio.

Nessuno era nel livello medio-lieve”, per sottolineare quanto i DCA abbiano una notevole intensità di “mixity” e che pertanto fanno parte degli “stati misti” dello spettro bipolare (Tavormina G, 2019).

Conclusioni

Questo studio conclude dicendo che tutti i 19 pazienti con DCA hanno raggiunto nel tempo una stabilità clinica di buon livello di umore con una terapia farmacologica basata su regolatori dell’umore e antidepressivi a basso dosaggio.

Possiamo senz’altro affermare che quasi tutti i Disturbi della Condotta Alimentare non sono una “malattia a sé stante”, ma sono parte integrante del più ampio “spettro bipolare dell’umore” (in particolare “stati misti”), ed è quindi questa la patologia che va curata.

Giuseppe Tavormina

www.dottortavormina.it

Bibliografia

  • AA.VV.: DSM-5. Manuale Diagnostico Statistico dei Disturbi Mentali. Raffaello Cortina Editore, 2014.
  • Rihmer Z, Akiskal HS, et al. Current research on affective temperaments. Current Opinion in Psychiatry 2010; 23: 12-18.
  • Tavormina G –  Clinical utilisation of the “G.T. MSRS”, the rating scale for mixed states: 35 cases report – Psychiatria Danubina 2015; 27: suppl 1: 155-59.
  • Tavormina G – Bipolar disorders and bipolarity: the notion of the “mixity” – Psychiatria Danubina 2019; 31: supp 3: 434-37.
5 1 votazione
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Disturbo della condotta alimentare - Depressione Stop n°1

Ultime News

Arteterapia e salute mentale.

Arteterapia e salute mentale

L’arteterapia è una metodica terapeutica suppletiva alle terapie farmacologiche e psicologiche per le patologie mentali e fisiche. Essa stimola benessere psicofisico sia negli utenti che negli operatori. L’arte permette un’espressione diretta, immediata, spontanea ed istintiva di noi stessi

Leggi ...

Macro Aree

Articoli Correlati di Categoria

0
Mi piacerebbe conoscere il tuo pensiero, si prega di commentarex

Newsletter

Puoi cancellare la tua iscrizione quando vuoi

newsletter