Periodico dell’ EDA Italia Onlus, Associazione Italiana sulla Depressione

Cerca
Close this search box.
Logo Eda
EDA Italia Onlus

La depressione al congresso psichiatrico DGPPN 2022, a Berlino

Informazioni scientifiche ed interventi all’annuale congresso psichiatrico di Berlino. Diagnosi, etica, neuroplasticità, neurochimica, terapia farmacologica e psicoterapie.

Per l´annuale congresso psichiatrico berlinese della Società Tedesca di Psichiatria, Psicoterapia e Neurologia “DGPPN” nel 2022 è stato scelto il motto “Etica, Diritto e Salute mentale“. Ha dato il benvenuto la presidentessa del consiglio etico Alena Buyx ed ha affermato, in sintonia con la corte costituzionale, l’assistenza non-commerciale al suicidio auto-responsabile, implicandovi anche la contrapposta responsabilità della società (ma non quella della suicidante verso questa).

Ha proseguito affrontando il tema della vulnerabilità universale, straziata in tutti i suoi aspetti dei diritti fondamentali dalla pandemia, anche attraverso vistosi sbagli. Siccome ne era risultato una disintegrazione anche psicopatologica della coesione sociale rispetto alla verifica razionale, ha richiesto un’anticipazione specifica preventiva attraverso i canoni della politica.

Temi etici del congresso psichiatrico berlinese

Sono emersi numerosi altri temi etici fra i 760 contributi congressuali che rispecchiavano la reclusione forense, ossia la fuga ed i traumi spesso dettati dalla pandemia e dalla guerra vicina. L’insufficiente ricerca sulle patogenesi femminili e le implicazioni dell´Intelligenza Artificiale sono state altre discussioni etiche.  

Al congresso psichiatrico sono intervenuti anche i rappresentanti di lingua tedesca dell’associazione EDA (European Depression Association). Il prof. Detlef Dietrich ha parlato di una panoramica completa delle terapie focus per i medici generici sull’individuazione precoce delle depressioni (75% dei «burn-out»). Dei pazienti depressi i 2/3 sono visitati dal loro medico di base e solo 1/3 di essi hanno ricevuto diagnosi; ed infine le terapie solo 1 su 8 sono adeguate, almeno farmacologicamente. Le psicoterapie rimangono rare e sono utilizzate in ritardo nella terapia, nonostante il costo societario esorbitante della depressione.  

Il prof. Alexander Karabatsiakis come co-autore ha dato un contributo sul tema dell´ accelerato invecchiamento in depressione o da stress di vita. I segni dell’invecchiamento si ritrovano: a) nei “biomarker” ematici rivelatori di disturbi mitocondriali, b) nell´accorciamento telomerico del DNA cromosomico o, c) nella mitigazione con DHEA (ormone deidroepiandrosterone). L’autore di questa micro-panoramica, centrata sulle depressioni, è intervenuto al congresso psichiatrico sottolineando la necessità di una psichiatria più conscia degli inaspettati progressi macro-anatomico-fisiologici e delle cause mediche ed infettive.

Efficacia delle psicoterapie al congresso psichiatrico

L’efficacia delle psicoterapie -oltre la verificatissima (Cuipers, 2021) ma deludente remissione di 1 su 3 – è stata presentata dagli atenei di Freiburg e Heidelberg. Comorbidità, eterogeneità e traumi precoci trasversali richiedono un loro approccio più mirato. Una combinazione, teoricamente ancora fragile, fra questi fattori causali è stata valutata per rispondere ad esigenze da: 1) rassegnazione dopo minacce/abusi, 2) interazione sociale precaria per negligenza educativa e 3) iper-reagibilità emotiva.

Ne risulta un’indicazione terapeutica personalizzata da 1 a 3 «moduli», ispirati (ma spesso fermi ai primi passi concettuali) da tre metodi operativi. A) Sistema Psicoterapeutico d’Analisi Cognitivo-Comportamentale (originariamente centrato sulla ristabilizzazione d´incontri mirati; CBASP di J. McCullough). B) mentalizzazione e C) piena coscienza ed impegno (ACT). 

La personalizzazione d’interventi terapeutici con applicazioni (oltre alla psicoterapia classica telematica) via rete viene avanzata a Lubecca e Berna (Tobias Krieger). La resistenza iniziale alla terapia peggiora in presenza d´ansia, fobia sociale o bisogno d’incontri faccia-a-faccia (F2F) provvisti da ulteriori moduli. L´efficacia statistica delle terapie digitali è di 0,5 oppure l’equivalenza col F2F in terapia cognitivo-comportamentale ha nascosto infatti un´alta variabilità da spiegare. C’entra la dirigenza terapeutica non continuata con incontri in presenza (F2F), particolarmente dopo un´intervista diagnostica iniziale, in seguito delusa. Ciò ha azzerato l´effetto dello stimolo all´auto-risoluzione dei problemi con l’app «Hermes».

Neuroplasticità al congresso psichiatrico

Per «ringiovanire» le farmacoterapie a Freiburg si parte dalla “neuroplasticità sinaptica”. Questa (senza considerare gli stati misti) nei depressi non-agitati o iperstressati (citando l’Istituto Superiore di Sanità di Roma) può anche arrecare danno con la percezione negativa aumentata dall’uso del Citalopram. La Neuroplasticitá, secondo C. Norman, è compromessa (in modi ignoti) da vari stressors ed è misurabile dalle risposte elettriche, cambiate anche da stimoli transcraniali. Il danno neuroplastico duraturo da stress cronico si riferisce anche alla compromissione delle sinapsi nella trasmissione dell’impulso nervoso nei due sensi di direzione. Esso è misurato da Eric Kandel nelle attività indotte con scacchiere visivo e con la perdita di molti “bottoni” neuronali. Attraverso questi bottoni sui “dendriti” il neurone deve inviare nell´assone un proprio segnale informativo e ricevere un segnale di “pieno” per evitare di causare un iperafflusso.

Negli uomini questo si manifesta con disforia caotica e ad altre disfunzioni, per esempio misurabili nei potenziali da scacchiere visivo. Tuttora ciò non pare sia riferibile a «geni» e tanto meno a meccanismi biologici non-molecolari.

Chimica neuronale

La ketamina si è rivelata capace di ristabilire lo stato anteriore all’iperafflusso e si pensa che agisca sul ricettore glutamatergico NMDA, inibendo una sottounità GluN2D (Vestring, 2023). Si è evidenziato comunque nelle sinapsi il Potenziamento a Lungo Termine come base dell’apprendimento negli interneuroni calmanti. La riabilitazione delle sinapsi avviene probabilmente non attraverso il NMDAR, ma con il ricettore TRKB per il fattore di crescita BDNF (una neutrofina scoperta da Levi-Montacini). La sua conformazione viene direttamente aperta sia dagli antidepressivi classici, che da quelli rapidi come la ketamina (Casarotto 2021), mentre la colesterina li chiude.

Mentre la psicoterapia è di efficacia durevole, all´inizio la elettroterapia-tDCS a corrente continua invece non ne aumenta l´effetto.

Stressors intesi come quelli «psicosociali», talvolta tramite effetti già scoperti, diminuiscono anche diverse microRNA ricavate da ratti e pazienti. Esse spesso sono interpretati (ETH Zurigo) come mediatori dello «Stress». Le microRNA nei topi vengono miratamente aumentate nell´ippocampo, peggiorandone la memoria, ma migliorandone la «depressione»! Il miR708 invece contrasta il gene per l´anti-tumorale neuronatina, rilevante nel metabolismo, nella migrazione e nei pazienti bipolari.  

Gottfried Treviranus

Bibliografia

  1. Barkham M, Lutz W, Castongay LG: Bergin and Garfield’s Handbook of Psychotherapy and Behavior Change. 7.ed. Wiley: 2021.
  2. Bur OT, Krieger T, Moritz S, Klein JP, Berger T (2022): (..) support of web-based self-help (..). Behav Res Ther doi: 10.1016/j.brat.2022.104070.
  3. Casarotto PCet al. (2021): Antidepressant drugs act by directly binding to TRKB receptors. Cell  doi: 10.1016/j.cell.2021.01.034
  4. Martins HC, Schratt G: MicroRNA-dependent control of neuroplasticity in affective disorders. Transl Psychiatry. 2021;11(1):263.
  5. McCullough JP: Treatment for Chronic Depression: Cognitive Behavioral Analysis System of Psychotherapy (CBASP). Guilford Pr: 2000. 
  6. Ref. Cuipers P et al. (2021): (..) effects of psychotherapies (..). Acta psychiatrica scandinavica 144: 288-99. (2021b): (..) network meta-analysis (..) World Psychiatry 20:283-93. (2020): World Psychiatry 19: 92-107.

https://dgppn.meta-dcr.com/2022/crs/einfluss-verschiedener-kontextfaktoren-bei-internetbasierten-depressionsinterventionen

Foto: Envato Elements

0 0 voti
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
La depressione al congresso psichiatrico DGPPN 2022

Ultime News

Arteterapia e salute mentale.

Arteterapia e salute mentale

L’arteterapia è una metodica terapeutica suppletiva alle terapie farmacologiche e psicologiche per le patologie mentali e fisiche. Essa stimola benessere psicofisico sia negli utenti che negli operatori. L’arte permette un’espressione diretta, immediata, spontanea ed istintiva di noi stessi

Leggi ...

Macro Aree

Articoli Correlati di Categoria

0
Mi piacerebbe conoscere il tuo pensiero, si prega di commentarex

Newsletter

Puoi cancellare la tua iscrizione quando vuoi

newsletter