Periodico dell’ EDA Italia Onlus, Associazione Italiana sulla Depressione

Il disturbo schizoaffettivo. Quando la schizofrenia e la depressione si incontrano

Il disturbo schizoaffettivo è una severa combinazione psicopatologica. Una breve sintesi informativa su una grave malattia.

Il disturbo schizoaffettivo è una patologia psichiatrica estremamente invalidante, si caratterizza da una combinazione di sintomi psicotici e depressivi. La persona che viene colpita da tale disabilità non sempre viene subito diagnosticata. Questo determina un allungamento dello stato di malessere spesso associato a situazioni fallimentari che tendono a portare la persona in un vortice patologico.

Cause ed incidenza del disturbo schizoaffettivo

Si presuppone che l’insorgenza del disturbo schizoaffettivo sia determinato da più fattori che agiscono prevalentemente su aspetti biologici, organici, psicologici e sociali.

Dal punto di vista epidemiologico la patologia ha un’incidenza nella popolazione di circa 3‰, prevalentemente nelle donne con l’insorgenza in tarda adolescenza e in età adulta. Mentre il tasso di suicidio raggiunge il 5% nei soggetti affetti da tale disturbo (DSM-5, 2014).

I soggetti più predisposti hanno tra i familiari persone con disturbo schizofrenico e/o disturbi del tono dell’umore.

Sintomi

I soggetti con tale patologia alternano fasi del tono dell’umore (maniacali e depressive) e stati psicotici di tipo delirante e allucinatorio. La patologia può portare ad un appiattimento delle relazioni sociali e conseguente e progressivo isolamento.

Pensieri negativi, irritabilità, perdita dell’appetito, eloquio disorganizzato sono alcuni dei sintomi della patologia.

Il quadro clinico del disturbo schizoaffettivo può peggiorare e determinare un disturbo schizofrenico e in altri casi il disturbo schizoaffettivo precede un disturbo del tono dell’umore.

Diagnosi del disturbo schizoaffettivo

Il medico specialista formula la diagnosi di disturbo schizoaffettivo quando sono presenti nel paziente il disturbo psicotico e il disturbo del tono dell’umore. Se persistono deliri o allucinazioni per 2 o più settimane. Il disturbo non è attribuibile se il paziente ha effetti da abuso di sostanze e/o famaci o altra condizione medica.

Trattamento

Se la persona non viene trattata adeguatamente e in tempi ragionevoli si può assistere ad una chiusura sociale. Questo determina un progressivo isolamento dal contesto dei pari e successivamente, seppur meno frequente, anche dal nucleo familiare d’origine.

In questo caso, come in tutti i casi di disturbo mentale, per la buona riuscita del trattamento è condizione necessaria e imprescindibile la compliance del paziente. Se l’utente ha una motivazione indiretta, ciò sospinto anche solo da un familiare è comunque un buon punto di partenza. Comunque la motivazione interna dell’utente è il primo aspetto su cui lavorare.

Il trattamento del disturbo schizoaffettivo si caratterizza da interventi coordinati, preferibilmente in contesto di equipe multidisciplinare, di tipo:

Farmacologico: per ridurre i sintomi psicotici e la flessione del tono dell’umore. Figura professionale indicata: medico psichiatra.

Psicoterapia: per aumentare la consapevolezza della propria patologia e gestione dei sintomi negativi, lavorando sulle competenze residue, la gestione delle relazioni con i pari se presenti e con i familiari. Figura professionale indicata: psicoterapeuta.

Supporto sociale: interventi sociali per ripristinare una vita socialmente accettabile. Necessario lavorare su aree vitali, individuando gli obiettivi condivisi e sostenuti dal paziente, lavorando quotidianamente su motivazioni strumentali, intrapersonali e interpersonali. Figura professionale indicata: educatore professionale.

Wladimir Fezza

Psicologo e Titolare Scacco Matto srl

Bibliografia

DSM-5 (2014).  Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali. Edizione Italiana di Massimo Biondi, Ed. Raffaello Cortina.

0 0 voti
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Il più recente
Il più antico Il più votato
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Il disturbo schizoaffettivo. Quando la schizofrenia e la depressione si incontrano

Ultime News

Die Kindheits-Depression

Die Kindheits-Depression

Die Kindheits-Depression steht in der menschlichen Entwicklungsphase unter den psychischen Störungen an erster Stelle. Als eigentliche Krankheit wird sie erst seit Kurzem wahrgenommen. Oft wurde sie nämlich mit entwicklungstypischen Auffälligkeiten im Verhalten oder den Beziehungen verwechselt.

Leggi ...

Macro Aree

Articoli Correlati di Categoria

1
0
Mi piacerebbe conoscere il tuo pensiero, si prega di commentarex

Newsletter

Puoi cancellare la tua iscrizione quando vuoi

newsletter