Periodico dell’ EDA Italia Onlus, Associazione Italiana sulla Depressione

Il segreto della giovinezza: la neurogenesi

Il mondo delle neuroscienze ha subito notevoli modificazioni nel corso dell’ultimo secolo, portando il mondo scientifico a creare una rivoluzione negli inquadramenti clinici, e negli stili di vita degli anziani, suggerendo che il segreto della giovinezza sia la neurogenesi.

Il punto di partenza delle neuroscienze

C’è voluto più di un secolo per arrivare a confutare il dogma delle neuroscienze che vedeva il cervello anziano come impossibilitato a fare e a produrre nuove cellule nervose (neurogenesi).  Infatti era nozione insindacabile che l’uomo nascesse con un numero determinato di cellule nervose, uniche cellule dell’organismo che non si sarebbero mai rinnovate.

Solo nei primi anni ’60 vi fu una delle prime prove che nel cervello ci sono cellule che si moltiplicano in grado di generare nuove cellule. La regione più attiva del cervello adulto per questi processi di rigenerazione cellulare, è primariamente la regione dell’ippocampo. L’ippocampo è la struttura grigia situata al centro del cervello fondamentale per l’apprendimento, la memoria, l’umore e le emozioni. Si è stimato (Jonas Frisén) che all’interno dell’Ippocampo vengono generati ogni giorno 700 nuovi neuroni. E quando si raggiungono 50 anni, tutti i neuroni con cui siamo nati saranno sostituiti con i neuroni generati da adulti.

Questi neuroni sono molto importanti per l’apprendimento e la memoria e l’umore. È stato dimostrato in laboratorio che se si blocca la possibilità dell’ippocampo di sviluppare neuroni del cervello adulto si bloccano anche particolari abilità e la memoria. Una vera rivoluzione per le neuroscienze.

Che cosa è la neurogenesi?

È il processo attraverso il quale vengono generati nuove cellule nervose da cellule immature. La neurogenesi dell’adulto è legata alla capacità di adattamento delle cellule nervose agli stimoli esterni (plasticità funzionale di determinate aree cerebrali). Gli studi pioneristici di Joseph Altman e, successivamente, di Fred H. Gage, nel cervello adulto dei mam­miferi hanno dimostrato che la neurogenesi permane nell’adulto.

Cosa influenza la neurogenesi? Cosa fare nell’anziano?

È di grande interesse la dimostrazione che stimoli ambientali diversi agiscono a livelli differenti nella regolazione degli eventi della neurogenesi. L’esercizio fisico volontario (soprattutto la corsa) promuove la proliferazione dei precursori neuronali. Gli stimoli cognitivi e l’ap­prendimento promuovono la sopravvivenza e il reclutamento delle cellule neoformate.

La neurogenesi è diventata un obiettivo di primaria importanza per contrastare il declino associato alle depressioni, allo stress e/o all’invecchiamento. Nel suo insieme, la stimolazione ambientale induce modificazioni plastiche nel cervello che, perdurando nel tempo, possono aumentare la riserva cognitiva dell’individuo. Ossia aumenta la capacità di recuperare da danni cerebrali dovuti a traumi o malattie neurodegenerative o depressive e di contrastare gli effetti dell’invecchiamento.

  • La via del BDNF (fattore neurotrofico) e del suo recettore cellulare ha un ruolo chiave nella regolazione della neurogenesi del cervello adulto.
  • Lo stress, un fattore che può causare la depressione o altri disturbi dell’umore, riduce i livelli di BDNF e di neuroni nell’ippocampo. In animali stressati trattati con farmaci antidepressivi, invece, i livelli di BDNF e di neuroni aumentano.

Cosa influisce sulla neurogenesi?

Esistono condizioni che aumentano i livelli di BDN e che innalzano notevolmente i livelli di neurogenesi nell’ippocampo. Questi sono l’esercizio fisico, la restrizione calorica e l’esposizione a una vita ricca di stimoli motori, sensoriali e cognitivi (ambiente arricchito).

Condizioni che la influenzano negativamente

Molte malattie neurologiche sono anche associate ad alterazione dei processi di neurogenesi. La depressione diminuisce la produzione di nuovi neuroni (trattando con agenti anti depressivi si è visto che aumentava il tasso di neurogenesi). Riduzione della neurogenesi è associata al deterioramento cognitivo dell’invecchiamento e delle demenze.

Stili di vita per aumentare la neurogenesi

Bisogna utilizzare strategie per contribuire alla neuro-protezione: fare in modo che vengano attivati le vie di sopravvivenza, ossia il segreto della giovinezza.

  • Imparare: l’apprendimento aumenta la produzione di nuovi neuroni
  • Lo Stress diminuisce l’attività dell’ippocampo e la produzione di nuovi neuroni
  • Mancanza di sonno: diminuisce la neurogenesi
  • La corsa ed il movimento sono fondamentali per la produzione di nuovi neuroni e per la sopravvivenza dei neuroni prodotti.

Anche tutto ciò che mangiamo ha ripercussioni sulla produzione di nuovi neuroni nell’ippocampo. L’effetto dell’alimentazione sulla salute mentale, sull’umore e sulla memoria è mediata dalla produzione di nuovi neuroni nell’ippocampo. Non è solo cosa mangiamo ma anche la quantità e la consistenza di ciò che mangiamo che fa la differenza. Abbandoniamo perciò una dieta ricca di grassi saturi, l’etanolo ed il consumo di alcol, la totale inattività fisica ed evitiamo lo stress.

Conclusioni

Le numerose ricerche nell’ambito della neurogenesi ippocampale adulta hanno dimostrato come l’esercizio fisico volontario porti a un complessivo innalzamento dei livelli di proliferazione e sopravvivenza. Ciò influenza così numerose funzioni cognitive, tra cui quelle coinvolte nei vari tipi di memoria e apprendimento. Anche svariate risposte comportamentali, come le reazioni emotive e la risoluzione della depressione nell’anziano ne sono influenzate.

Ecco perché l’importanza dello svolgimento di attività fisica non va sottovalutato. Anzi, visti gli innumerevoli benefici dovrebbe essere incoraggiato.

Bisogna aumentare e diversificare nell’adulto e nell’anziano le esperienze, arricchire l’ambiente in cui vive, svolgere attività fisica determina aumento della neurogenesi. Questo rappresenta la strada della giovinezza.

Marilisa Amorosi

Bibliografia

  1. Kirsty L, Spalding, O, Bergmann.Kanar Alkass, Samuel Bernard, Mehran Salehpour, Hagen B. Huttner, Boström E, Westerlund I, Vial C, Bruce A. Buchholz,  Possnert G, Mash DC, Druid H, Frisén J.: Dynamics of Hippocampal Neurogenesis in Adult Humans Cell,Volume 153, Issue 6 Pages 1169-1408 (6 June 2013)
  2. Altman J.: Autoradiographic and histological evidence of postnatal hippocampal neurogenesisin rats GD Das – Journal of Comparative Neurology, 1965 – Wiley Online Library
  3. Van Praag H, Kempermann G,  Gage FH.: Running increases cell proliferation and neurogenesisin the adult mouse dentate gyrus. Nature neuroscience, 1999 – www.nature.com   
  4. Nottebohm F.: Why are some neurons replaced in adult brain? Journal of Neuroscience, 2002 – Soc Neuroscience
0 0 voti
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Il segreto della giovinezza. la neurogenesi

Ultime News

Disturbi della condotta alimentare e disturbo bipolare.

I disturbi della condotta alimentare e disturbo bipolare

Lo spettro bipolare nella sua accezione più ampia comprende ogni tipo di instabilità dell’umore. Esso è caratterizzato da vari sintomi legati all’instabilità del tono dell’umore, inclusi i sintomi tipici degli “stati misti”. Fra gli stati misti rientrano anche essi i sintomi dei disturbi della condotta alimentare.

Leggi ...
DOC da relazione

DOC da relazione o depressione?

Il DOC (Disturbo ossessivo compulsivo) da relazione può essere scambiato facilmente per un disturbo depressivo o per un problema di coppia. Se però non viene diagnosticato l’intervento rischia di essere peggiorativo.

Leggi ...
siblings

Siblings, ovvero gli invisibili

I fratelli dimenticati dei malati psichici stanno diventando oggetto di attenzione per gli operatori di salute mentale. La loro crescita è segnata dalla presenza del malato psichico e dalle inevitabili ripercussioni che la malattia determina sulle dinamiche familiari. Occuparsi di questi ragazzi significa prevenire ulteriori patologie e sofferenze.

Leggi ...

Macro Aree

Articoli Correlati di Categoria

0
Mi piacerebbe conoscere il tuo pensiero, si prega di commentarex

Newsletter

Puoi cancellare la tua iscrizione quando vuoi

newsletter